CIBO, PAESAGGIO, ALLEVAMENTO IL BOTÌRO COME ESPRESSIONE DEL PATRIMONIO ALIMENTARE ALPINO

By 1 Dicembre 2017eventi, news

Il progetto europeo AlpFoodWay intende creare un modello di sviluppo sostenibile per le aree montane periferiche basato sulla conservazione e valorizzazione del patrimonio alimentare culturale dello Spazio Alpino e sull’adozione di strumenti innovativi di marketing e governance.

Nell’ambito di questo progetto è stata attivata un’operazione di censimento, analisi e racconto del territorio trentino attraverso alcune pratiche legate al cibo. Il Botìro di Primiero di malga è il primo prodotto ad essere censito e raccontato: è un prodotto superiore, che riflette la bellezza del paesaggio, la qualità delle tecniche produttive, il recupero di saperi antichi e la presenza di una comunità che tutela e promuove i valori culturali alimentari del territorio. La produzione del Botìro, quasi scomparsa a fine novecento, è stata recuperata grazie ad un progetto congiunto che ha visto la collaborazione di diversi soggetti sul territorio di Primiero, primi fra tutti la Condotta Slow Food e il Caseificio Sociale di Primiero.

Martedì 11 dicembre 2017, ore 20.30, Casa del Cibo a Palazzo Scopoli

sarà presentato il progetto AlpFoodWay e proiettato in anteprima il video-documentario “Il Botìro di Malga di Primiero”. Durante la serata interverranno la Cooperativa TeSto, curatrice della ricerca, e Step-TSM di Trento quale promotore del progetto. A seguire una tavola rotonda con diverse realtà che utilizzano il botìro, o che partecipano alla sua produzione, per raccontarsi e raccontare il territorio di Primiero: APT (Azienda di Promozione Turistica), Giacomo Broch (allevatore), Nicola Cemin (ristoratore) e Strada dei Formaggi delle Dolomiti.

Chiuderà la serata l’antropologo Annibale Salsa (Comitato Scientifico – Step) con alcune riflessioni sulla filiera dell’allevamento e specificità del paesaggio montano a partire dal Botìro.

Per ulteriori informazioni riguardanti le attività programmate è possibile visitare il sito della Casa del Cibo all’indirizzo cibo.casediprimiero.it, oppure scrivere all’indirizzo mail info@cibo.casediprimiero.it.